xxx PACKAGING COSMETICO E FARMACEUTICO A CONFRONTO |

PACKAGING COSMETICO E FARMACEUTICO A CONFRONTO

logo_packaging_2016_200

 

Il packaging cosmetico e quello farmaceutico si differenziano prima di tutto per finalità e funzione: gli obiettivi di migliorare l’aspetto estetico e di apparire si contrappongono a quelli di migliorare la salute e curare patologie.

 

 

 

– Il Packaging e la vendita:

Cosmetico: si tratta di un acquisto d’impulso, che avviene tramite consiglio, pubblicità o new media

Farmaceutico: l’acquisto è sempre preceduto da prescrizione o automedicazione, in pochi casi da un consiglio o dalla visione di una pubblicità

CARATTERISTICHE DEL PACKAGING

– FARMACEUTICO

Il prodotto farmaceutico difficilmente può essere testato. Spesso sono presenti sigilli o particolari sistemi di apertura a garanzia che il packaging non abbia subito alterazioni o aperture.

Funzione comunicativa primaria del packaging farmaceutico è quella della sicurezza. Un packaging deve comunicare immediatamente l’integrità del suo contenuto ed il suo essere inalterato.

I materiali più utilizzati sono quelli che garantiscono l’inalterabilità della formula (es, vetro) e la proteggono dagli agenti esterni (es, vetro opacizzato per proteggere dai raggi UV).

La formula non è quasi mai a vista perché il suo valore risiede nelle sue qualità curative e non estetiche. Molto spesso parliamo di formule incolore. Di conseguenza il prodotto non è esposto alla luce e il contenitore solitamente è trattato con schermi o finiture protettive.

Il pack farmaceutico è quasi sempre provvisto di pack secondario per due motivi principali:

-il prodotto è maggiormente protetto durante le fasi di trasporto;

-la quantità di informazioni dainserire è molto elevata e deve essere espressa in modo chiaro ed inequivocabile.

È fondamentale nel pack farmaceutico il concetto di dosaggio e di guida all’utilizzo della dose utile a ottenere il fine del trattamento. Entra quindi il concetto di monodose o di pack progettati per dosare il proprio contenuto (strumenti di misurazione o controllo del dosaggio, misurini, blister).

 

Schematizzando il packaging farmaceutico è caratterizzato da:

  • stabilità
  • protezione del contenuto e della sicurezza prevale sugli aspetti comunicativi considerati “attrattivi”.
  • non è necessario vedere il contenuto (non è legato ad aspetti estetici della formula o dal colore di questa, sono molto rari flaconi trasparenti al 100% o non trattati)
  • si prediligono materiali che proteggono la formula da fattori esterni (aria, luce)
  • ha quasi sempre un packaging secondario
  • molto spesso ha foglietti illustrativi a supporto per la grande quantità di informazioni e per l’esigenza di chiarezza delle stesse (mettere a disposizione le informazioni in modo chiaro ed inequivocabile, sicurezza che queste vengano lette)
  • monodose per preservare la formula (concetto di corretto dosaggio) packaging autodosanti, blister, contagocce, eventuali misurini

immagine_packaging

– COSMETICO

Indica il contenuto del prodotto e la sua funzione in modo chiaro ma subisce maggiormente influenze date dal mercato (posizionamento del prodotto, valori della marca, strategia pubblicitaria). La grafica e la comunicazione spingono a sottolineare aspetti di marketing talvolta invertendo la gerarchia di lettura tipica del prodotto farmaceutico.

Se nel prodotto farmaceutico la non ambiguità delle informazioni e la sicurezza sono gli aspetti fondamentali, nel prodotto cosmetico non è raro trovare esempi che giocano sull’ambiguità di questi.

Esempi: prodotti che vantano ingredienti in dose marketing che per traslato conferiscono al prodotto le proprietà dell’ingrediente stesso; valori di marca preponderanti sulla funzione d’uso.

immagine_content_2

Il prodotto cosmetico può essere testato. Sono previsti metodi di vendita che consentono di provare un prodotto, cosiddetti tester. Il tester in ambito cosmetico ha un’importanza fondamentale e può fare la differenza nel cosiddetto acquisto di impulso. Il prodotto farmaceutico molto più raramente può essere testato se non con tempi differenti che non incidono al momento dell’acquisto. Difficilmente un farmaco può essere provato in loco.

L’applicazione del prodotto cosmetico è molto rilevante perché oltre a dosare, distribuisce il prodotto in modo appropriato. La modalità di distribuzione del prodotto (quindi il comfort e l’efficacia nell’applicazione) prevale sul concetto di dosaggio per la sua particolare soggettività (ad esempio applicatori di rossetti, scovoli mascara performanti).

Schematizzando il packaging cosmetico è caratterizzato da:

  • stabilità
  • non ha necessariamente un packaging secondario
  • alta visibilità della formula e fedeltà nella resa del colore o della finitura; trasparenze
  • è molto importante il modo di applicazione del prodotto che dosa ma soprattutto distribuisce il prodotto in modo appropriato (concetto di comfort, applicatori performanti)
  • spazia dai materiali più disparati privilegiando la plastica
  • fattori comunicativi di marketing predominanti rispetto ai fattori di sicurezza

 

MARKETING COMUNICAZIONE

– FARMACEUTICO

Il marketing spinge di più sulle caratteristiche di efficacia ed azione della formula (es: agisce più velocemente, è più efficace per, appropriato a…)

Si preferisce una comunicazione dal taglio informativo o dimostrativao dei miglioramenti promessi dal farmaco. Spesso si ricorre a schemi o semplificazioni grafiche che rendono in modo immediato informazioni più lente da percepire per dimostrare, sottolineare lo studio alla base del concepimento del farmaco.

COSMETICO

I fattori marketing spingono sulle caratteristiche di prestazione estetica (lunga durata/tenuta del prodotto, resa del colore, finitura della texture) Non è un caso che la comunicazione prediliga immagini fotorealistiche a supporto del messaggio pubblicitario con modelle ad esempio della resa della formula.

 immagine_content_3

immagine_content_4

IBRIDAZIONE TRA PACKAGING FARMACEUTICO E COSMETICO E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO

Alcune categorie di prodotti farmaceutici per la loro finalità di utilizzo si indirizzano verso il mercato del cosmetico; di contro molti prodotti cosmetici hanno contenitori che sempre di più ammiccano a tecnicismi propri del mercato farmaceutico.

Il trasferimento tecnologico nel packaging è il primo veicolo utile a trasferire contenuti da un ambito all’altro. Un prodotto cosmetico, legato quindi ad un miglioramento estetico, se ha un appeal farmaceutico conferisce al prodotto dei caratteri di affidabilità, sicurezza ed efficacia che nel prodotto farmaceutico sono imprescindibili.

  • un prodotto cosmetico dall’appeal “farmaceutico” (beccuccio oftalmico, contagocce)
  • un prodotto farmaceutico dall’appeal cosmetico (figura della donna, linguaggio pubblicitario)

 

Davide Migliaccio, Responsabile sviluppo packaging; Product/Graphic designer di EUROSTYLE

Related Events


Healthcare Compliance

Governare e controllare i rischi emergenti ed evitare sanzioni deontologiche, penali e danni reputazionali

21 Nov - 22 Nov 2017, Milano

Convalida dei Metodi Analitici

Impostare gli studi per garantire il ciclo di vita del Metodo Analitico, la robustezza dei dati e il rispetto delle norme

10 Ott - 12 Ott 2017, Milano

Regolatorio per l’Ingegneria Farmaceutica

Applicare le normative regolatorie all’interno della Direzione Ingegneria e garantire l’efficienza degli impianti

24 Ott - 25 Ott 2017, Milano