xxx Il progetto europeo INDICATE: il software a supporto della progettazione di ospedali verdi e città intelligenti |

Il progetto europeo INDICATE: il software a supporto della progettazione di ospedali verdi e città intelligenti

indicatelogoblack-950x117a

Rispondono Elisa Spallarossa e Ezio Nicolàs Bruno Urbina, che interverranno al convegno Energy Pharma & Hospital del 16 novembre

foto spallarossa

 

 

 

Elisa Spallarossa
Dirigente Ingegnere S.C. RUP – Nuovo Galliera
ENTE OSPEDALIERO OSPEDALI GALLIERA DI GENOVA

foto urbina

 

 

 

Ezio Nicolàs Bruno Urbina
Responsabile del Procedimento del progetto Nuovo Galliera
ENTE OSPEDALIERO OSPEDALI GALLIERA DI GENOVA

Cos’è INDICATE:

Indicator-based interactive decision support and information exchange platform for smart cities.

Si tratta di un collaborative project, della durata di 3 anni, conclusosi a settembre 2016. Tale progetto è stato sviluppato da un consorzio di 8 partecipanti, che comprendono:

  • leader mondiali in GIS e in simulazione e modellazione dinamica (ESRI, IES)
  • esperti in pianificazione urbana, in indicatori di sostenibilità, sviluppatori di algoritmi (tra cui Università quali  ìl Trinity College, società quali Future Analytics)
  • Demand side Management (Dundalk Insitute of Technology e Dappolonia)
  • pubbliche amministrazioni (Ente Ospedaliero Galliera e Louth County Council) – anche in qualità di utenti finali e siti pilota.

Lo scopo del progetto è creare un un sistema di supporto decisionale che fornisca la valutazione dinamica delle interazioni tra edifici, maglia elettrica, tecnologie rinnovabili  ed ICT (Information Communication Technologies).

I siti pilota su cui testare tutte le potenzialità del sistema Indicate sono stati la cittadina di Dundalk, in Irlanda, l’ospedale Galliera di Genova ed il “living lab” di Casala, un quartiere di Dundalk, le cui abitazioni sono state equipaggaite con molti sensori per la misurazione dei cosumi e per il risparmio energetico.
Volutamente tali siti sono stati scelti molto diversi l’uno dall’ altro, in modo da poter DIMOSTRARE come lo strumento possa fornire supporto «decision makers» a prescindere dal livello di sviluppo della città o del suo sviluppo tecnologico.

In cosa consiste la funzionalità del BIM – Building Information Model? Come si realizza? Nel caso specifico del vostro ospedale, quali sono stati gli obiettivi della simulazione?

BIM è l’acronimo di building information model. Attraverso la tecnologia BIM si crea il modello digitale parametrico dell’edificio, popolato di Informazioni. Il BIm è stato utilizzato per condividere le informazioni geometriche, di destinazioni d’uso ed impiantistiche dell’edificio monumentale storico dell’Ospedale e del nuovo ospedale, attualmente in fase di progetto preliminare, con gli altri membri del consorzio. Uno degli obiettivi principali del BIM è l’interoperabilità, che è stata utlizzata per condividere le informazoni inserite nei modelli BIM, realizzati dall’Ente Ospedaliero,  con i modelli energetici  sviluppati da IES sullo strumento Virtual Envoronment, sotituendo a file excel dispersivi e molto complessi da gestire ed aggiornare i modelli Bim con le zone MEP (Mecanical Eletrical Plumbing) ed le corrispondenti volumetrie.
Dunque, quali sono stati i risultati della simulazione energetica effettuata dalla società IES?

L’obiettivo dell’utilizzo dei modelli del Galliera è dimostrare l’efficacia e l’utilità del software Indicate nell’integrazione dei sistemi impiantistici su edifici esistenti e su edifici di nuova realizzazione per la riduzione dei consumi. Nell’ultimo decennio, l’Ente Ospedaliero ha studiato differenti ipotesi progettuali e l’applicazione di Indicate avrebbe molto semplificato, ottimizzato ed oggettivato le scelte in termini logistici ed energetici. Il coinvolgimento del Galliera come sito pilota ha permesso di modellare in INDICATE le differenti soluzioni progettuali, comprendenti sia edifici di nuova costruzione , sia il ripristino dell’edificio storico, compatibilmente con i vincoli di edifici storico-monumentali vincolati dalla soprintendenza. Il confronto dei diversi progetti attraverso lo strumento INDICATE ha dimostrato come l’attuale progetto preliminare  (che comprende sia la realizzazione di un nuovo Ospedale Green, sia la riconversione degli edifici storici) sia quello che garantisce i maggiori risparmi energetici.
Quale sarà l’evoluzione del progetto nel futuro? Saranno previste attività di efficientamento dell’edificio storico alla luce dei risultati ottenuti dalla simulazione?

L’attuale progetto preliminare, come precedentemente affermato, è un Green Hospital. Molte sono le soluzioni impiantistiche adottate per garantire l’ottimizzazione dei sistemi energentici e la riduzione dei consumi. Alcuni di questi sono, ad esempio, l’installazione di un impianto di trigenerazione, di un sistema solare fotovoltaico, di un sistema solare termico e di un Energy raiser. L’integrazione di tali tecnologie, simulata, con dati di benchmark disponibili in Indicate, sul modello del nuovo edificio ospedaliero, determina una riduzione dei consumi pari a circa il 35% rispetto ad un nuovo edificio identico, ma senza impianti “Green”. Anche sull’edificio storico, compatibilmente con i vincoli della soprintendenza, è possibile fare un confronto in termini energenici: il risparmio ottenuto, riconvertendo gli edifici a funzioni non più cliniche, migliorando gli impianti, ma mantenendo intatto l’involucro edilizio, è anche esso pari a circa il 35%.

Related Events


Regolatorio di Officina

Best Practice per essere in compliance alle richieste normative e rispondere alle richieste aziendali di business

12 Dic 2017, Milano

Principi Attivi poco solubili

Come ottimizzare l’attività formulativa per lo sviluppo di Forme di Dosaggio Orali

11 Dic - 12 Dic 2017, Milano

Strumenti Statistici

Individuare e utilizzare gli Strumenti Statistici per la corretta valutazione dei dati per lo sviluppo analitico e del controllo qualità

23 Gen - 24 Gen 2018, Milano